Cosa Mangiano le Tartarughe

La salute delle tartarughe passa soprattutto attraverso la loro alimentazione, proprio per questo quando si parla di alimentazione si deve distinguere fra tartarughe d’acqua dolce e tartarughe di terra. L’alimentazione di queste due specie si differenzia a seconda dei diversi bisogni.



Attraverso questo articolo guida cercheremo di elencare la corretta alimentazione per ogni tipologia di tartarughe.

 

COSA MANGIANO LE TARTARUGHE DI ACQUA DOLCE

Le tartarughe di acqua dolce necessitano innanzitutto della vitamina D, del calcio e della luce solare. In caso di carenze di nutienti è facile che insorga una malattia specifica detta “MOM”, ossia malattia ossea metabolica, con un corredo di patologie come ipovitaminosi, fermentazioni intestinali, malattie renali, ecc.

Il processo digestivo delle tartarughe d’acqua dolce è caratterizzato da una fase lunga che impiega addirittura tre giorni nei soggetti adulti. Questi animali, come la maggior parte, risultano estremamente voraci e proprio per questo la ripartizione di cibo andrà accuratamente selezionata, onde evitare eccessi.

Le tartarughe piccole necessiteranno dunque di pasti quotidiani, mentre per  soggetti adulti sarà sufficiente nutrirli ogni due giorni, dividendo in due parti la stessa quantità di pasto. Fondamentale sarà non eccedere mai con le dosi e conoscere minuziosamente le quantità eque di cui necessitano per il loro fabbisogno. Durante le fase invernale, con conseguente calo del metabolismo basale, le tartarughe necessiteranno di una minore quantità di cibo rispetto al periodo estivo. Ma andiamo ad elencare gli alimenti concessi per le tartarughe d’acqua dolce:



  • Verdure (carote, lattuga, cicoria, radicchio, tarassaco, crescione, trifoglio, fiori delle piante selvatiche, piante acquatiche. Non bisognerà invece eccedere con rucola e sedano e sarà totalmente da evitare la zucca, i piselli e gli spinaci a causa dei problemi intestinali che potrebbero comportare all’animale).
  • Frutta (fragole, mele, fichi, ciliegie, albicocche, cocomero, melone, mirtilli).
  • Pesce (è preferibile trattare pesce fresco come trota, trinca, salmone, merluzzo, cavedano, latterino, persico, alici, nasello, sardine. Da escludere saranno i pesci inscatolati sott’olio).
  • Carne (carne bianca cotta, in modiche quantità per non affaticare gli organi dei reni, mentre saranno sconsigliate le carni rosse, gli insaccati e le carni in scatola).
  • Mangimi commerciali (è preferibile scegliere un prodotto misto piuttosto che i soli gamberetti essicati sbilanciati come apporto di vitamine e nutrienti).
  • Insetti e larve (lombrichi, camule, grilli).
  • Integratori vitaminici (in caso di prescrizione medica).

 

COSA MANGIANO LE TARTARUGHE DI TERRA

Le tartarughe di terra necessitano di ampi spazi e di un rifugio idoneo alle loro esigenze, nonché di un’alimentazione adeguata. Le tartarughe di terra sono principalmente erbivore e ghiotte di erbe selvatiche e piante. Fra le tante citiamo:

  • Tarassaco
  • Erba medica
  • Trifoglio
  • Crescione
  • Pale di fichi d’india private delle spine
  • Cicoria
  • Radicchio
  • Scarola romana

Per quanto riguarda la frutta invece possono nutrirsi tranquillamente di:

  • Fragole
  • Albicocche
  • Ciliegie
  • Lamponi
  • More
  • Fichi

Le tartarughe di terra sono solite bere poca acqua, ma sarà comunque fondamentale lasciarla sempre a loro disposizione, accuratamente cambiata giornalmente. Allo stesso modo si dovrà lasciare a loro disposizione un osso di seppia, fonte essenziale di calcio.