Come Proteggersi da chi Vuole Spiare i Messaggi di WhatsApp

WhatsApp

Esiste un modo per spiare le conversazioni di WhatsApp? Si, purtroppo esistono diversi metodi per farlo e conoscerne alcuni potrebbe aiutarci a capire come meglio proteggersi e tutelarsi.

 

Spiare le conversazioni di WhatsApp è legale?

Iniziamo col dire che spiare le conversazioni di WhatsApp non è legale perché si va a ledere il diritto alla privacy della persona spiata. Ci sono però persone che senza autorizzazione si impossessano delle conversazioni altrui, un pò per semplice curiosità, altre volte per andare alla ricerca di un ipotetico tradimento.

A dire il vero, nella maggior parte dei casi sono le donne che, convinte di un possibile tradimento da parte del compagno, spiano le conversazioni presenti sull’applicazione, essendo tra le app di messaggistica istantanea più utilizzate al mondo.

Ma vi sono altri casi ed altri motivi per spiare WhatsApp. Tra questi, vi potrebbe essere quello di spiare le conversazioni col fine di trovare dei dati personali sensibili, come per esempio i codici della propria carta di credito, compreso il codice a tre cifre presente nel retro delle carte che permette di effettuare dei pagamenti online immediati. Se un hacker si dovesse impossessare di un dato di questo tipo sarà poi semplice svuotarvi la carta di credito.

Ci sono poi stati altri casi dove i datori di lavoro fornivano gli smartphone aziendale chiedevano esplicitamente ai propri dipendenti di non utilizzare WhatsApp per motivi diversi da quelli relativi all’ambito lavorativo. Alcuni datori di lavoro andavano poi a controllare le conversazioni dei propri dipendenti. Anche in questo caso, seppur i telefoni siano aziendali, spiare WhatsApp è un reato perché i messaggi potrebbero essere scambi di opinione o contenere qualcosa di privato che magari non dovrebbe essere letto se non dai diretti interessati.

 

Come proteggersi da chi vuole spiare i messaggi di WhatsApp?

La prima soluzione è quella di non lasciare mai il proprio telefono incustodito. Ci sono diversi piccolo programmini che permettono a chi li installa di poter avere il controllo del telefono e di vedere quindi quali sono i messaggi inviati non solo di WhatsApp ma anche quelli di Facebook e di tutti gli altri Social Network, email comprese.

La seconda soluzione è quella di non cliccare mai sui link che possono arrivare sul proprio smartphone se non si conosce il mittente. Da quel link si potrebbe andare ad installare, inconsciamente, un’app che possa poi permettere al suo ideatore di spiare le vostre conversazioni.

Se è accaduto qualcosa che vi possa far pensare che il vostro smartphone sia a rischio il mio consiglio è quello di installare un buon antivirus e di effettuare poi la scansione del dispositivo. Se l’antivirus non dovesse rilevare nessun file sospetto ma voi avete ancora il timore che qualcuno stia leggendo le vostre conversazioni la giusta soluzione potrebbe essere formattare il telefono riportandolo alle impostazioni di fabbrica.